Osimo…. Storia di Grotte… Templari…. Romani e Piceni

Buongiorno Viaggiatori,

nel nostro ultimo viaggio nelle Marche abbiamo scoperto il Paese di

Osimo “la città dei senza testa” il suo appellativo deriva dal fatto

che nell’atrio del Palazzo Comunale potrete vedere le statue Romane

senza testa, tutto questo perché’ in epoca antica furono decapitate

credendo di trovare al suo interno oro e gioielli.

Grazie all’Ufficio Turistico di Osimo siamo andati alla scoperta delle

sue affascinanti Grotte che sono dislocate pensate un po’, sotto tutta

la città, alcune sono visitabili previa appuntamento, quella di oggi

si trova proprio sotto il Mercato Coperto del paese e all’interno

dell’Ufficio Turistico.

Il nostro tour inizia proprio da qui, le Grotte del Cantinone,

la nostra guida Lucia, prima di entrare ci ha spiegato come sono

dislocate in tutta Osimo e la motivazione di queste grotte che

risalgono in era Romana e Picena per poi arrivare con gli ampliamenti

fatti in epoca Medievale per poi essere utilizzata come rifugio anti

aereo nella Seconda Guerra Mondiale.

La nostra discesa inizia e….siamo elettrizzati da tutto ciò, le

grotte come potrete vedere sono illuminate da una luce calda soffusa,

nel nostro cammino troviamo bassorilievi che riportano ai riti di culto cattolici,

e Templari eAltra cosa che dovete sapere e che non vi svelerò è che la galleria è

un piccolo labirinto, stratagemma che fu creato come eventuale via di

fuga da intrusi e nemici.

La nostra guida è stata molto interessante e ricca di particolari ci

ha affascinato nel raccontarci la Storia di queste Grotte di terra

Arenaria fragile e dura lavorata dall’Uomo con Picconi allo stesso momento con un microclima di

quattordici gradi.

Prima di risalire ci troviamo in una camera che in quel periodo era

circolare, ma con il tempo sono state fatte le modifiche dall’uomo per

costruire una parte dell’entrata del rifugio per la guerra,

e da allora è rimasto un semicerchio, si possono notare i bassorilievi raffigurante

San Francesco che riceve le stimmate.

Tutto ciò si trova proprio sotto la Chiesa di San Francesco,

frontalmente a questa parete troviamo delle nicchie che servivano, hai

frati per pregare o eventualmente confessarsi senza essere uno di

fronte all’altro.

L’ultimo Bassorilievo risulta dei giorni nostri ” Vota Socialista ” ahahahah

La nostra visita giunge al termine , ma anche oggi ha scoperto un

bellissimo pezzo della nostra Italia e di questa splendida Regione.

Buon viaggio Viaggiatori!

Un grazie a Lucia e Simona da parte nostra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...